PALINURO IN KAYAK

Escursioni alle grotte di Palinuro in Kayak con guida ambientale escursionistica

Un’esperienza unica per vivere l’avventura a forte contatto con il mare e la natura selvaggia di Capo Palinuro. Un viaggio esplorazione, a bordo di kayak sit on top attrezzati, alla scoperta della frastagliata e altissima costa del promontorio di Capo Palinuro e le sue grotte. Circa 6 km di emozioni e di costa accessibile solo dal mare dove si vivrà un’avventura e un viaggio a stretto contatto con il mare, una vera e propria sfida con se stessi la natura e i suoi elementi. Nei kayak si viaggerà con il necessario per la giornata. Durante la navigazione si visiteranno alcune delle famose grotte di Capo Palinuro, le cale e gli anfratti piu nascosti del promontorio, si approderà su piccole spiagge raggiungibili solo dal mare dove si potrà fare il bagno e lo snorkeling.

Vengono proposti 3 tipi di itinerari di varia difficoltà tutti con assistenza di Guida Ambientale Escursionistica esperta dei luoghi e con Kayak e attrezzature fornite dalla guida incluse nella quota di partecipazione all’escursione.

La navigazione in Kayak lungo il promontorio è svolta nel pieno rispetto delle normative sulla navigazione e le ordinanze emesse dalla capitaneria di porto locale.

Capo Palinuro è un promontorio roccioso della costa della Campania Meridionale, tra il golfo di Velia e quello di Policastro, nel territorio del Parco Nazionale del Cilento. Si spinge per circa 2 km nel Mare Tirreno con punte rocciose alte più di 200 mt .s.l.m. Il promontorio è costituito da rocce calcaree che scendono a strapiombo sul mare e nelle quali le acque hanno scavato numerose grotte e profonde gole. È un’importante località turistica, celebre per le bellezze paesaggistiche legate al mare e al suo entroterra e per le reminiscenze storico letterarie legate al suo nome.

ITINERARIO GROTTA AZZURRA

Si parte dal Porto di Palinuro e pagaiando lungo la costa si raggiunge la famosa Grotta Azzurra dove si entrerà al suo interno con il Kayak per ammirare i riflessi azzurro intenso provenienti dal tunnel subacqueo che trafora Punta Quaglia. Durante il tragitto si visiteranno incantevoli calette e piccole cavità nascoste nella costa rocciosa, sosta bagno e possibilità di fare snorkeling.
Durata: 3 Ore incluso soste
Distanza da percorrere: 2 Km A/R (1.080 miglia nautico)
Difficoltà: Turistica (Adatto a tutti)

ITINERARIO BUONDORMIRE

Si parte in località Spiaggia della Marinella e pagaiando lungo le spiagge della Cala delle Ossa si visiterà la famosa Spiaggia del Buondormire, la grotta delle Ciavole, la grotta dei Pertusi e infine L’Archetiello di Palinuro nella Cala Fetente. Durante la navigazione si visiteranno piccole spiagge incastonate nella roccia dove si potrà fare anche un bagno rinfrescante. Possibilità di fare snorkeling e pranzo sulla spiaggia presso lidi e chioschi presenti sul posto.
Durata: 3 Ore incluso soste
Distanza da percorrere: 4 Km A/R (2.160 miglia nautiche)
Difficoltà: Media (Adatta a gran parte delle persone)

TRAVERSATA DI CAPO PALINURO

Una fantastica e avventurosa traversata integrale di tutto il promontorio alla scoperta degli angoli più nascosti e selvaggi della costa cilentana. Si parte dal Porto di Palinuro e pagaiando lungo l’altissima costa rocciosa si visiteranno tutte le grotte marine di Capo Palinuro, le cale, le insenature e le spiagge più suggestive e selvagge della costa, alcune di esse raggiungibili solo in barca. L’itinerario termina all’Arco Naturale di Palinuro. Sosta bagno alla baia del Buondormire e possibilità di fare snorkeling.
Pranzo al sacco da consumare sulla spiaggia.
Durata: 5 Ore incluso soste
Distanza da percorrere: 7 Km solo Andata (3.780 miglia nautiche)
Difficoltà: Impegnativa (Adatto a persone allenate e motivate)

Gli itinerari sopra descritti sono proposte di massima, a suo insindacabile giudizio la Guida potrà in ogni momento, a tutela della sicurezza e del benessere degli accompagnati (anche di un solo accompagnato) annullare o modificare in modo anche sostanziale il programma dell’escursione senza che ciò possa in alcun caso dar luogo a contestazioni da parte dei partecipanti, ad esempio, in occasione di maltempo, mare mosso, in caso di infortunio o grave stanchezza di uno dei partecipanti, e, in ogni altro caso di pericolo attuale o presunto. Per ulteriori info visualizza il regolamento escursioni.

Possibilità di escursioni e programmi personalizzati previo accordi con la guida.

ATTENZIONE! PALINURO IN KAYAK NON E’ UN SERVIZIO MA UN’ESCURSIONE ESPERIENZIALE LEGATA A DIVERSI FATTORI, SIA DI TIPO ORGANIZZATIVO CHE METEO-MARINO, PER QUESTO MOTIVO E’ CONSIGLIATO PRENOTARSI CON UN LARGO ANTICIPO. IN CASO DI MALTEMPO E CONDIZIONI DEL MARE NON FAVOREVOLI, PER QUESTIONI DI SICUREZZA, L’ESCURSIONE PUO’ ESSERE ANNULLATA O RIMANDATA DALLA GUIDA CON UN PREAVVISO ANCHE DI 30 MINUTI PRIMA DELL’USCITA CONCORDATA.

EQUIPAGGIAMENTO IN DOTAZIONE AGLI ESCURSIONISTI

1) Kayak di tipo Sit on Top 2 posti, autosvuotante e inaffondabile
2) Pagaia (1 per partecipante)
3) Giubbotto salvagente (aiuto al galleggiamento)
4) Sacca stagna-waterproof per riporre oggetti personali (cellulare, portafogli, macchina fotografica ecc.)

NOTA BENE: Non si effettua il solo noleggio dei Kayak e delle attrezzature con nessuna formula. I kayak escono in mare solo in presenza della guida.

EQUIPAGGIAMENTO CONSIGLIATO

1) Costume da bagno
2) Cambio asciutto
3) Scarpette da scoglio o sandali
4) Acqua (1 Litro minimo – consigliata borraccia termica)
5) Snack, panino o frutta
6) Cappello (meglio se di grandi dimensioni)
7) Pinne, maschera e snorkel (se posseduti)

Per informazioni più dettagliate è possibile consultare anche il sito www.palinurokayak.it

REGOLAMENTO ESCURSIONE IN KAYAK

L’attività di escursione in canoa/kayak è di tipo ludico-ricreativa e implica uno sforzo fisico isotonico non particolarmente intenso, che mette in funzione buona parte della muscolatura corporea, e stimola positivamente tutto il corpo. Favorisce inoltre un contatto ravvicinato e rispettoso con l’ambiente naturale. Sicuramente non è tra le attività ludico-ricreative fisicamente più impegnative, né tra le più rischiose. L’escursione si svolge in presenza di una Guida Ambientale Escursionistica con esperienza pluriennale in attività di canoa/kayak e con conoscenze delle tecniche ivi connesse, che si impegnerà con tutti i mezzi a sua disposizione, per il miglior svolgimento, e con il minimo rischio possibile per i partecipanti.

Il rischio di infortunio e di riportare dei danni, ed ancor più di riportare danni gravi, in seguito alla partecipazione all’escursione, è basso. E’ però importante ricordare che:

– E’ obbligatorio seguire le indicazioni fornite dalla Guida, ed eventuale collaboratore, per manovrare la canoa/kayak.
– E’ obbligatorio indossare il giubbotto salvagente (aiuto al galleggiamento)
– E’ obbligatorio saper nuotare.
– Il mare è un ambiente naturale, con pericoli non sempre e non completamente prevedibili.
– Quando si entra in una grotta o in un anfratto è importante abbassarsi e fare attenzione a non urtare la testa contro le rocce.
– Durante la navigazione è obbligatorio tenersi sotto costa e a dovuta distanza dalle imbarcazioni a motore in movimento.
– Durante un escursione in canoa/kayak, l’esposizione al sole può superare notevolmente le proprie aspettative, e le proprie capacità di sopportazione, provocando scottature alla cute, insolazioni e colpi di calore. Questa sovraesposizione solare, è favorita dalla durata delle escursioni, dalla riflessione delle radiazioni luminose dalla superficie dell’acqua, e dall’assenza di ripari. E’ raccomandato pertanto l’uso di un cappello,di occhiali da sole, di vestiario a maniche lunghe, e di creme di protezione solare.
Non viene richiesto uno sforzo fisico gravoso, ma in soggetti cardiopatici, vasculopatici, o comunque predisposti, un attacco di panico, e/o una nuotata imprevista in mare, possono scatenare situazioni sgradevoli e rischiose. E’ pericoloso praticare l’escursione immediatamente dopo un pasto abbondante, e/o sotto l’effetto di alcool e droghe.
Durante una escursione in canoa/kayak, la possibilità di accesso a cure mediche qualificate può richiedere dei tempi piuttosto lunghi, per l’amenità dei luoghi in cui spesso si svolge.
Durante l’escursione il partecipante:
– Se richiesto, si equiformerà in qualsiasi momento con prontezza e diligenza al comportamento indicato dalla Guida o dai suoi collaboratori in merito, a titolo puramente esemplificativo, al passo da tenere, alla posizione rispetto al gruppo.
– alla distanza rispetto agli altri accompagnati ecc. pena la decadenza di qualsiasi responsabilità della Guida, dei suoi collaboratori, e dell’organizzazione verso l’incolumità dell’accompagnato stesso.
– Per non arrecare disturbo ai partecipanti, durante l’escursione l’accompagnato spegnerà il proprio cellulare o ne attiva la modalità silenziosa, fatte salve situazioni di emergenza.
– A suo insindacabile giudizio la Guida potrà in ogni momento, a tutela della sicurezza e del benessere degli accompagnati (anche di un solo accompagnato) modificare in modo anche sostanziale il programma senza che ciò possa in alcun caso dar luogo a contestazioni da parte dei partecipanti, ad esempio, in occasione di maltempo, mare mosso o forte vento, in caso di infortunio o grave stanchezza o disagio di uno dei partecipanti, e, in ogni altro caso di pericolo attuale o presunto.
– Il partecipante è informato e consenziente del fatto che la Guida e altri partecipanti potrebbero riprenderlo o fotografarlo in modo anche non incidentale durante lo svolgimento dell’escursione e consente sin d’ora, nell’impossibilità di preavvertire l’uso dell’immagine o del filmato, l’uso dello stesso, in siti, riviste o libri o nella depliantistica promozionale aziendale o personale della Guida, di Lagap e del suo Editore, o nei siti web o nei profili di social network (a titolo puramente esemplificativo ma non esaustivo, Facebook) dei partecipanti, liberando la Guida, l’Editore e gli altri partecipanti da ogni futura contestazione in merito.
– Si impegna inoltre all’osservanza di ogni elementare norma di rispetto per l’ambiente in cui si svolge l’escursione, per la fauna selvatica, per la flora, per il silenzio e la bellezza dei luoghi, nonché, al rispetto degli altri partecipanti e del loro diritto di svolgere l’escursione senza essere disturbati.